Le classifiche di San Rossore

folder_openNews

La stagione di corse 2023 – 2024 è appena terminata ed è subito tempo per decretare quali sono stati i protagonisti di quest’anno. Ricordiamo che le nostre classifiche considerano il periodo ottobre 2023 – aprile 2024, abbracciando così l’intera stagione.

Iniziamo dalle corse in piano.
Seconda vittoria consecutiva di questa speciale classifica per Dario Di Tocco tra i fantini. Il jockey pisano ha chiuso alla grande il 2023 con le perle del Derby (Goldenas) e del primo titolo nazionale di Campione dei Fantini.
Le sue eccellenti percentuali hanno contribuito a portare sul gradino più alto del podio Endo Botti e Cristiana Brivio nella categoria allenatori, strappando così il titolo al cugino Stefano.
Giulia Pellegrini, nonostante un infortunio che l’ha tenuta in panchina nelle ultime settimane della stagione, ha battuto tutti nella categoria GR e Amazzoni. Ha concluso con sei affermazioni che, senza il forzato stop, sarebbero probabilmente state di più. Queste, sono comunque bastate!
Conferma la leadership tra i proprietari Stefano Botti a cui appartiene anche il miglior cavallo per il piano, Dolce Napoli, che è scesa in pista tre volte: ha vinto in condizionata, seconda nel Premio Andred (Handicap principale A) e vincitrice, parzialmente a sorpresa, nel Premio Piazza dei Miracoli (Listed Race).

Per quello che riguarda le corse in  ostacoli dove non ci sono state né novità, né sorprese.
Josef Bartos conquista un altro alloro pisano vincendo 9 corse sulle 12 alle quali ha partecipato: quasi imbattibile.
Stesso discorso per l’allenatore Josef Vana Jr la cui percentuale di vittorie scende al 56% solo perché ha presentato spesso più cavalli a una stessa corsa che, però, poteva vincere con uno solo dei suoi cavalli!
Incontrastato capofila tra i proprietari Josef Aichner ed è suo anche il cavallo più rappresentativo tra gli ostacolisti, quel Mauricius che ha dominato le due corse di gruppo alle quali ha partecipato. Imbattibile sulla pista di San Rossore!

Il sipario è calato sulla pista di San Rossore e i protagonisti calcheranno altri scenari ma, attenzione, il 17 ottobre saremo nuovamente pronti a incitarli e applaudirli proprio qui.

keyboard_arrow_up