La Ribot Cup è giunta alla 16^ edizione

folder_openEventi

È tornato il momento per scoprire quelli che potrebbero essere i grandi jockey del futuro. Domenica 25 febbraio si disputerà, infatti, la 16^ edizione della RIBOT CUP, il torneo internazionale per giovani fantini.
Quest’anno tornano a essere in numero maggiore i rappresentanti italiani perché, alcuni di quelli emigrati in Francia per poter conseguire (attraverso strade diverse) la patente di allievo fantino, sono rientrati e hanno convertito la loro licenza da francese a italiana. Si tratta di Davide Cirocca, Gioele Gungui e Valerio D’amico. Un quarto, Giovanni Sias, lavora nella scuderia di Alessandro Botti a Chantilly.

Lo scorso a vincere fu per la prima volta un irlandese, Jamie Powell, che poi ha conquistato il titolo di Irish Champion Apprentice Jockey. Secondo terminò Billy Loughnane che nel 2023 ha dominato nella corsa al titolo di British Champion Apprentice Jockey.

Questi i partecipanti alla Ribot Cup 2024:

  • CONNOR PLANAS (UK) – Ha 20 anni e la sua carriera di allievo fantino è iniziata nel 2022, ottenendo 19 successi. L’inverno scorso lo ha trascorso in Dubai dove ha montato Purosangue Arabo per un allenatore locale ottenendo alcune affermazioni e partecipando anche al Carnival di Meydan. Nel 2023 è terminato 4° nella classifica allievi con 39 affermazioni. Ha un importante sponsor che, oltre a lui, ha puntato solo su un altro fantino: Ryan Moore. Il cavallo più forte che ha montato si chiama Quinault che ha vinto 6 handicap consecutivamente, gli ultimi dei quali, due Heritage Handicap, con Connor in sella. Tom Clover a Newmarket è il suo allenatore di riferimento.
  • HUGH HORGAN (IRE) – Ha 21 anni. Prima monta nell’agosto 2018, prima vittoria nell’aprile 2019, ha totalizzato 34 vittorie in carriera. Il successo più importante nell’Irish Cesarewitch con Magellan di Joseph O’Brien che è il suo allenatore.
  • WAYNE HASSET (IRE) – Ha 17 anni. Nasce in una famiglia ippica e inizia con le corse Pony: nel 2021 partecipa a 15 corse ottenendo una vittoria e 6 piazzamenti. Debutta in corsa nel 2023 e ottiene 21 vittorie, la più importante delle quali è il Dubai Duty Free Rockingham Handicap, un Premier Handicap con Harry’s Hill, cavallo allenato dal padre.
  • MALONE FAVRIAUX (FRA) – Ha 17 anni e ha debuttato in corsa nel 2023 ottenendo 4 successi e 16 piazzamenti in 42 corse. È uno degli allievi della scuderia di Andre Fabre, e questo è già sinonimo di garanzia. Suo padre ha lavorato a lungo in Italia
  • GIOVANNI SIAS (ITA/FRA) – Ha 19 anni e dopo aver frequentato l’AFASEC ha acquisito la patente di allievo fantino in Francia e lavora per Alessandro Botti. Ha debuttato nel 2022 ma in 7 corse ha ottenuto due piazzamenti. Nel 2023 ha tagliato il traguardo per primo 8 volte e ha avuto l’occasione di montare una volta in Italia, proprio a San Rossore.
  • DAVIDE CIROCCA (ITA) – Ha 20 anni è ha lasciato l’Italia per inseguire il suo sogno, quello di diventare fantino. In Francia dopo aver frequentato l’AFASEC ha iniziato a montare in corsa nel 2022 ma la prima vittoria è arrivata il 6 agosto del 2023, l’unica francese perché poi Davide ha iniziato a montare in Italia dove poi è tornato definitivamente per iniziare a lavorare con Marco Gasparini e Francesca Turri. In Italia ha vinto 18 corse
  • GIOELE GUNGUI (ITA) – Ha 17 anni e per poter conseguire la patente di allievo fantino si è trasferito in Francia per frequentare l’AFASEC. Nel 2023 ha vinto 2 in Francia ma nelle incursioni nella sua terra natale, la Sardegna, ha conquistato altre 6 vittorie. Si è trasferito in Italia, lavora nella scuderia di Stefano Botti.
  • VALERIO D’AMICO (ITA) – Ha 22 anni e il suo percorso nell’ippica inizia con Jaquelin Freda e Luigi Di Dio. Consegue la patente di gentleman in Italia, si trasferisce in Francia dove segue l’iter richiesto per convertirla in quella da fantino. In Francia ha ottenuto un’affermazione nel 2023 e tre in Italia dove ha deciso di rientrare definitivamente e inizia a collaborare con Gianni Colella. Il 2024 è iniziato con un piccolo incidente che lo ha tenuto lontano dalle piste per alcune settimane ma è prontissimo per questa Ribot Cup!

La cosa non ci sorprenderebbe più di tanto visto che dalla Ribot Cup sono passati i nostri Umberto Rispoli (Santa Anita Derby), Cristian Demuro (Arc de Triomphe), Alberto Sanna (vincitore della prima edizione), Antonio Fresu (Golden Shaheen – Dubai) e Andrea Atzeni (vincitore di due edizioni), i francesi Flavien Prat (Kentucky Derby), Pierre Charles Boudot (Arc de Triomphe), Maxime Guyon (Prix du Jockey Club), gli irlandesi Padraig Beggy (Epsom Derby) e Shane Crosse (Prince of Walses’s Stakes a Royal Ascot).

Le fantine hanno partecipato a 5 edizioni su 15 e hanno vinto in due occasioni (Pauline Dominoise 2017 e Laura Pearson 2022).

A questo link trovi l’ALBO D’ORO della Ribot Cup e le classifiche di tutte le edizioni.

Come funziona la RIBOT CUP? Molto semplice: venerdì 23 febbraio, all’atto della dichiarazione dei partenti per le corse della domenica successiva, i proprietari e gli allenatori che vogliono partecipare a questa competizione, dichiarano i loro cavalli nelle tre corse riservate alla Ribot Cup senza indicare il fantino.

Successivamente si procede al sorteggio (trasmesso in diretta anche sulla nostra pagina Facebook) assegnando così le monte ai cavalli dichiarati nei premi Alex Piombo, Scuola Allievi Fantini e Magistris. Il jockey vincitore sarà colui, o colei, che otterrà più punti in classifica e, a parità di punti, che avrà vinto più corse e/o ottenuto i migliori piazzamenti.

Qui il REGOLAMENTO DELLA RIBOT CUP e i punteggi assegnati per ciascuna corsa.

Un ringraziamento doveroso al nostro sponsor ORNELLA PROSPERI che, oltre a fornire i premi (fornitura d’abbigliamento tecnico) per il vincitore della Ribot Cup, regala a tutti i partecipanti un paio di pantaloni da corsa e il sotto giubba (da indossare in corsa) e fornisce l’ippodromo anche dei sottosella colorati e personalizzati per le tre corse della Ribot Cup.

=======

Ogni domenica DIETRO LE QUINTE continua ad attrarre visitatori incuriositi che vogliono capire meglio cosa accade prima, durante e dopo una corsa. Il tour, gratuito, è condotto da Elisabetta Savelli, un’allenatrice professionista.

IPPOLANDIA a cura di Koalaludo, presenta
Piccolo Circo: Le palline
Laboratorio creativo: L’acchiappasonni

SEGUICI FINO A DOMENICA PER LA CONFERMA DEL  PROGRAMMA!

keyboard_arrow_up